reggio
cronaca
«La mia notte infernale nella locanda della Bettola»

«Mi sono salvato nascondendomi in un angolo del solaio
sotto un mucchio di legna da ardere»

22 febbraio 2009


REGGIO. A volte non basta nemmeno il tempo a ricucire le ferite. Non serve. Perché ci sono esperienze che entrano nello spirito di una persona e come un tatuaggio rimangono impresse per sempre. Se poi quel tatuaggio è stato disegnato con il sangue è ancora più doloroso vedere il suo tratteggio. Paolo Magnani, 82 anni, il 24 giugno del 1944 era, insieme ai genitori, nel...

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.