reggio
cronaca

«Il nuovo statuto rafforza Iren»

I sindaci: la nostra partecipazione è strategica. E Sel si spacca


01 aprile 2016


REGGIO EMILIA. «La partecipazione in Iren è strategica». Lo hanno ribadito i sindaci di Torino, Genova e Reggio Emilia alle rappresentanze nazionali, territoriali e aziendali di Cgil, Cisl e Uil. I sindacati hanno manifestato la preoccupazione che la decisione degli azionisti pubblici di proporre all'assemblea di Iren l'adozione del voto maggiorato possa comportare riduzioni di quote di partecipazione societaria da parte degli azionisti pubblici. I sindaci - si legge in una nota - hanno sottolineato che l'adozione del voto maggiorato è coerente con l'obiettivo di un ulteriore rafforzamento di Iren e consolida la posizione di controllo pubblico della società. È stata accolta la richiesta delle organizzazioni sindacali di attivare un confronto su strategie industriali e attuazione dei protocolli sottoscritti, regole e modalità di assegnazione degli appalti, rapporti con il territorio e forme di partecipazione dei lavoratori. Su questi temi è stato concordato un calendario di incontri da avviare entro aprile ed è stata confermata la volontà di favorire il miglior clima nelle relazioni tra azienda e organizzazioni sindacali territoriali e aziendali.

Intanto il nuovo statuto di Iren, a Reggio, divide Sel. In dissenso rispetto al coordinamento provinciale, che lo scorso 23 marzo si era espresso contro l'introduzione del cosiddetto «voto maggiorato» ai soci pubblici, il circolo Berlinguer di Sel ritiene invece «indispensabili i cambiamenti statutari di Iren che consentiranno un voto maggiorato a chi manterrà la proprietà delle azioni per più di 24 mesi».

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.