reggio
cronaca

Esposto sul Campovolo: «Sul bando il vincitore era già scritto»

I civici in Procura hanno indicato Aliante, la società Pd, come concessionaria prima dell’apertura delle buste. Indagano i carabinieri


05 maggio 2016


REGGIO EMILIA. Per ora nessuna ipotesi di reato. E nessun indagato. Ma il caso Aliante è finito sul tavolo del Reparto Operativo Nucleo Investigativo dei carabinieri reggiani, ai quali la Procura ha delegato le indagini dopo l’esposto presentato dagli esponenti in Sala Tricolore di Alleanza Civica, per far luce sull’assegnazione in sub-concessione dell’area non operativa del Campovolo, dove tradizionalmente si svolge FestaReggio.

In Procura, i civici hanno fatto il nome di Aliante come probabile vincitrice del bando, prima ancora che la gara fosse conclusa. Un bando assegnato ad inizio aprile dalla società Aeroporto, partecipata del Comune, attraverso il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

A contendersi il Campovolo, alla fine arrivò a sorpresa una sola candidatura: un’associazione temporanea di imprese capitanata proprio da Aliante Servizi, controllata al 100% del Pd, concessionaria uscente e storica organizzatrice di FestaReggio, che si è aggiudicata insieme a Coopservice la gestione dell’area per una durata di nove anni rinnovabili.  La base d’asta prevedeva un canone annuo pari a 80 mila euro, per un’area di circa 150 mila metri quadri. L’offerta vincitrice è stata maggiorata di appena un euro: 80.001 euro.

Un iter in parte ricostruito dagli esponenti di Alleanza Civica, che sono andati a riferire per due volte in Procura su quelle che considerano anomalie, sollevando anche quello che giudicano un conflitto di interessi fra Pd e amministrazione.

La prima segnalazione alla Procura è scattata sulla scia delle polemiche innescate dalla commissione consiliare di gennaio, quando attorno al bando in fase di realizzazione si accesero i toni della disputa politica. Una seconda segnalazione, invece, è scattata qualche settimana dopo, quando è stato depositato in Procura un plico di atti pubblici nei quali è stato ricostruito tutto l’iter che ha portato alla stesura del bando.

E, di fronte al pm, Maria Rita Pantani, prima che scadessero i termini per la partecipazione alla gara, i civici hanno fatto il nome di Aliante come possibile futura vincitrice del bando, sollevando un sospetto manifestato più volte nell’acceso dibattito politico.

Fra i documenti depositati, anche il programma di interventi consegnato dalla società Aeroporto all’Enac, con il quale la partecipata del Comune ha ottenuto nel giugno scorso la concessione totale del Campovolo. È qui che, in relazione all’area non operativa, si faceva riferimento alla stessa Aliante, che attraverso l’ex amministratore, Ermete Fiaccadori, aveva già manifestato interesse a prendere in gestione l’area.

Una disponibilità manifestata anche attraverso una lettera, datata aprile 2015, nella quale da Aliante avanzavano una richiesta formale. La lettera è stata allegata anche nel documento indirizzato all’Enac. «L’amministrazione governata dal Pd ha ottenuto il risultato che era prevedibile: viene assicurata al Pd la concessione dell’area aeroportuale, ed è evidente che ciò comporta un incasso non irrilevante per il partito – attaccano Cesare Bellentani e Cinzia Rubertelli di Alleanza Civica – il dato peggiore è che lo stesso bando era tale da scoraggiare in modo drastico la partecipazione ad esso».

Circostanze che hanno spinto Alleanza Civica a voler vederci chiaro, rivolgendosi alla magistratura. Ma da Aliante respingono ogni sospetto: «Non sussiste nessun conflitto di interessi – replica Paolo Cervi, successore di Fiaccadori alla guida di Aliante e di FestaReggio – c’è stato un bando, con regole precise. Ed è evidente che, se abbiamo partecipato solo noi, non c’era un grande interesse su quell’area. Il motivo? Era un bando molto oneroso. Se l’avessimo scritto noi, come qualcuno vuol sostenere, di certo non lo avremmo fatto così».

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.