reggio
cronaca

Infiltrazioni, stretta sugli appalti

Nuovo protocollo tra Acer e prefettura per i contratti dai 50mila euro in su


26 maggio 2016


REGGIO EMILIA. Dopo la Provincia, i Comuni e le Unioni di Comuni, anche Acer Reggio Emilia ha siglato con la prefettura un protocollo d’intesa per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione delle criminalità organizzata nel settore degli appalti e delle concessione di lavori pubblici. Un implementazione rispetto al Protocollo legalità del 2010, perchè estende la misura anche ad appalti per lavori di importi più bassi.

Ieri mattina, l’atto ufficiale con la firma alla presenza del prefetto Raffaele Ruberto e del presidente di Acer Marco Corradi.

Grazie a questo accordo, l’azienda che gestisce gli edifici di edilizia residenziale pubblica a canone sociale o calmierato si impegna a richiedere alla prefettura le informazioni antimafia per gli appalti e le concessione di lavori di importo superiore ai 250mila euro, per i contratti di forniture e servizi di importo superiore a 50mila euro e per i subcontratti di lavoro, forniture e servizi dello stesso importo. Con questo accordo, le imprese dovranno impegnarsi a comunicare tempestivamente ad Acer ogni eventuale variazione dei dati riportati nelle visure camerali proprie e delle loro imprese sub-contraenti e, in particolare, ogni variazione intervenuta dopo la produzione della visura stessa relativa ai soggetti che hanno la rappresentanza legale e o l’amministrazione dell’impresa e al direttore tecnico.

Acer manterrà, inoltre, una banca dati delle imprese aggiudicatarie di contratti di appalto e delle imprese sub-appaltatrici o esecutrici di lavori, forniture, servizi di importo superiore ai 50mila euro.

Si tratta di provvedimenti importanti. Basti dire che, soltanto dal 2015 a oggi, l’azienda Acer ha affidato lavori per oltre 3 milioni e 600mila euro, di cui molti di importo inferiore ai 50mila euro.

Da alcuni anni, Acer inoltre in accordo con le associazioni di settore verifica formalmente i requisiti di partecipazione ai lavori pubblici dei propri fornitori, per i quali l’iscrizione alla white list è considerata elemento premiante in termini di punteggio.

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.