reggio
cronaca

Una delegazione reggiana porta aiuti a Montegallo

Terremoto nel Centro Italia: il sindaco Luca Vecchi incontra i due dipendenti del Comune di Reggio Emilia al lavoro nelle Marche. Nei prossimi giorni saranno inviati anche alcuni computer


07 ottobre 2016


REGGIO EMILIA. Il sindaco Luca Vecchi ha compiuto ieri una visita a Montegallo, il piccolo comune di 600 abitanti in provincia di Ascoli Piceno colpito duramente dal sisma del 24 agosto scorso, nel quale sta operando la colonna della Protezione Civile dell'Emilia Romagna e su cui convergeranno gli aiuti che saranno raccolti nel Reggiano. La visita della delegazione reggiana - che era composta oltre che dal sindaco, da Stefano Fontanili dell'area del Servizio Ingegneria del Comune, Paolo Lugli e Alfredo Licciardello del Servizio Protezione Civile del Comune e dal portavoce Giovanni Vignali - è servita per avere un primo incontro con il sindaco di Montegallo Sergio Fabiani e con i due dipendenti del comune di Reggio Enrica Montanari e Flavia Avesani che da una settimana sono distaccati nel comune marchigiano.

Montegallo, pur non avendo avuto vittime a causa del sisma, si è trovato con il 57% degli edifici pubblici e privati inagibili. Tra questi il Municipio, (ora ospitato in un container), la farmacia, l'ambulatorio medico. I due dipendenti comunali reggiani stanno affiancando i colleghi marchigiani nella gestione delle pratiche post terremoto tenuto conto che permangono ancora problemi di funzionamento di server, telefoni e computer. E proprio l'invio di alcuni computer nei prossimi giorni, sarà il primo atto del sindaco di Reggio in attesa che il primo cittadino di Montegallo entro dicembre indichi le priorità per la sua comunità.

Intanto Sergio Fabiani arriverà a Reggio il 22 ottobre e poi farà ritorno a novembre per la grande cena in via di organizzazione, per raccogliere altre offerte che andranno ad aggiungersi ai 7mila euro già versati sul conto corrente aperto dal Comune. «A poco più di un mese dal terremoto - spiega Luca Vecchi di ritorno da Montegallo - abbiamo trovato una comunità che ha saputo reagire con forza e determinazione al terremoto. Una sensazione che ci hanno trasmesso tutti. Una comunità che nutre anche un grande senso di riconoscenza verso gli emiliano romagnoli e con la quale si è creato un rapporto sincero».

Il sindaco di Montegallo trovando l'accordo con i proprietari è riuscito a ospitare nelle seconde case non lesionate chi è rimasto senza abitazione, e a tenere unità la comunità. «Ma i problemi restano - conclude Luca Vecchi - e si stanno attrezzando per l'arrivo della prima neve. La visita è stata importante anche per capire il grado di efficacia degli interventi e lo stato di avanzamento dei lavori e abbiamo convenuto con i sindaci reggiani e quello di Montegallo che individueremo insieme il progetto a cui destinare tutte le risorse raccolte nella nostra provincia». (r.f.)

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.