reggio
cronaca
Il pentito: Bolognino uomo di Nicolino 

di Ambra Prati

Nicola Femia riconosce due volte l’imputato di Aemilia, che lo avrebbe truffato. Tanti omissis, innescate altre indagini

05 maggio 2017


REGGIO. Ha riconosciuto Michele Bolognino nella foto segnaletica per ben due volte, lamentandosi di essere stato gabbato da lui. Ma ha anche parlato, nel 1978 durante una cena sulle colline torinesi, di quando il suo capo, Vincenzo Mazzaferro, gli presentò un uomo, un certo Tommaso Buscetta.
Il primo verbale dell’interrogatorio del boss Nicola Femia detto “Rocco”, 56 anni – già depositato nel ...

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 01954630495

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.