reggio
cronaca

Usura a Reggio Emilia, prestava soldi con tassi fino al 25 per cento: arrestato

In carcere è finito un 39enne di origini napoletane al quale sono stati sequestrati beni per 250mila euro


11 maggio 2022


REGGIO EMILIA. Accusato di usura è finito in carcere questa mattina un 39enne residente in città  ma originario di Napoli: P.V. le iniziali dell'uomo chea vrebbe prestato  denaro con tassi mensili tra il 20 e il 25 per cento.

L’ordinanza di custodia cautelare è stata eseguita dalla polizia  che da febbraio ad oggi, in sei mesi di indagini, è risalita alla rete di clienti dell'uomo. Tutto è partito dalla denuncia di una donna che,  disperata, si è rivolta alla questura sporgendo denuncia. Cinque, secondo quanto ricostruito dalla polizia, le persone che si erano rivolte all'uomo chiedendogli denaro. Gli importi richiesti andavano da un minimo di duemila euro a un massimo di diecimila.

Questa mattina è scattato anche il sequestro di beni di proprietà del 39enne. Oltre al suo appartamento con garage in zona Annonaria, sono stati sequestrati tre conti correnti postali, uno dei quali collegato a una carta ricaricabile Postepay, ai quali vanno aggiunti duemila euro sequestrati in precedenza. Il valore complessivo  si aggira sui 250mila euro.

L'uomo, secondo quanto ricostruito dalla polizia, riusciva a farsi versare gli interessi  non con la violenza ma attraverso le minacce. Il 39enne ha precedenti per reati contro la persona e contro il patrimonio ma non per usura.

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.