reggio
cronaca
«Telefoni e cocaina forniti dai secondini»

L’assist dal pentito Giglio che parla della Dozza di Bologna: «Con 500 euro avevi un tuo cellulare»

11 novembre 2017


REGGIO EMILIA. «I telefoni in carcere li forniscono le guardie penitenziarie». Bastava pagare 500 euro più la ricarica da 50. È una delle frasi messe a verbale da Giuseppe Giglio, arrestato nel 2015 nell'inchiesta di ’ndrangheta Aemilia e poi divenuto collaboratore di giustizia, citate nell'ordinanza dell’inchiesta “Reticolo” con cui il Gip di Bologna Alberto Ziroldi ha disposto otto misure cautel...

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.