reggio
cronaca

Reggio Emilia, anziano rapinato dell’orologio al Mapei

Due banditi in moto gli hanno afferrato il braccio: cercavano un Rolex, era una “patacca”. La polizia aumenta i controlli


16 marzo 2018 di Ambra Prati


REGGIO EMILIA. Cercavano un Rolex, si sono ritrovati in mano una “patacca”: un orologio color oro, ma dal valore modesto. La modalità però inquieta, perché le rapine “al volo” in strada, ad opera di malviventi in sella a una moto, sono la norma in grandi città ma qui a Reggio sono una rarità.

Tanto che la polizia, dopo la rapina avvenuta mercoledì in pieno giorno in zona Mapei Stadium, ha deciso di intensificare i controlli nell’area già da ieri sera, per prevenire il ripetersi dell’accaduto con il supporto del Reparto prevenzione crimine.

I fatti sono avvenuti in piazzale Atleti Azzurri d’Italia, il parcheggio dello stadio, dove un 79enne reggiano residente in provincia stava andando a recuperare la macchina. Appena il pensionato ha raggiunto la sua utilitaria, è stato avvicinato da due sconosciuti a bordo di una moto di grossa cilindrata, che lo hanno bloccato afferrandogli con forza il braccio e sfilandogli l’orologio da polso, prima di ripartire sgommando a tutta velocità. Un’azione rapidissima, con i due malviventi, vestiti di scuro e con il casco in testa, che in pochi secondi hanno agito e si sono volatilizzati.

L’anziano era in compagnia della moglie, che però si trovava a qualche metro di distanza e non ha assistito alla scena.

Lo stesso dicasi per un passante, che ha sentito le urla del 79enne che gridava aiuto: è stato lui ad allertare il 113, ma mancano testimoni oculari.

Sul posto è intervenuta la polizia, che ha ascoltato il racconto della vittima, spaventato ma non ferito.

Sull’accaduto indaga la Squadra Mobile, che sta cercando di capire se le telecamere dello stadio possano aver abbracciato il luogo dell’aggressione. Si tratta di una tipologia di rapina recente, per Reggio: due anni fa era stata arrestata una banda di campani, che agivano tra Milano e Bologna, con base a Reggio. Negli ultimi quattro anni le rapine di Rolex in strada si sono contate sulle dita di una mano.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.