reggio
cronaca

Reggio Emilia, non solo il fotografo Salati: a destra ci sono altri lavori in corso

Alessandri pronto a scendere in pista con una lista di Grande Nord Grande Reggio e Progetto Reggio decidono tutto martedì 29 


22 gennaio 2019


REGGIO EMILIA. Non solo Roberto Salati, l’ex candidato misterioso svelato sabato scorso, fotografo e immobiliarista che ha deciso di tirare la corsa per Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. A destra ci sono praterie. E molte sono le liste pronte a spuntare da un momento all’altro, con lo scopo di rosicchiare voti di qua o di là. In campo potrebbe spuntare Grande Nord, guidata dall’ex leghista, Angelo Alessandri, recordman di voti alle amministrative del 2009, quando raccolse 16mila preferenze contro l’allora candidato sindaco, Graziano Delrio, con un exploit mai più ripetuto dalla Lega e dal centrodestra.

Nel mirino di Alessandri ci sono soprattutto le Regionali. Ma non è detto che non presenti una lista anche per le amministrative, all’insegna di quel verbo nordista messo in soffitta del nuovo sovranismo del Carroccio. È lo stesso Alessandri a non nascondersi: «Ci stiamo organizzando da zero, come negli anni ’90. Dobbiamo rimettere il Nord al centro delle priorità e stiamo valutando di fare una lista. Un po’ di gente disponibile l’abbiamo, ma decideremo dal basso. I territori sono sovrani. L’attuale Lega? In Salvini mi sembra di vedere la nemesi di Renzi: quattro anni fa tutti esaltavano Renzi con il suo 42%. C’è solo un effetto mediatico: quando si postano solo gattini e pane a Nutella, significa che non si ha nulla dire. Sotto non rimane niente».

Leghisti delusi e in rotta di collisione. Come avvenne per alcuni esponenti di Progetto Reggio, che dopo aver dato vita nel 2014 all’alleanza con Grande Reggio si apprestano a un nuovo progetto elettorale sempre all’insegna del civismo, coinvolgendo anche il consigliere Cesare Bellentani della Lista Magenta, con il quale in Sala Tricolore è già nata da tempo l’Alleanza Civica, formalizzata ieri in Consiglio con la nascita del nuovo gruppo.

Martedì 29 gennaio è in programma un consiglio direttivo e lì si prenderanno decisioni più puntuali in vista della campagna elettorale. Non si esclude una ricandidatura a sindaco di Cinzia Rubertelli, attuale capogruppo. Ma i giochi sono aperti. Ci sono però anche i delusi di Forza Italia, che non hanno amato la scelta di Salati, targata Lega. Cosa faranno? Per qualcuno non è da escludere un voto al Pd con il naso turato, soprattutto fra esponenti della vecchia guardia forzista e da una parte del tessuto industriale reggiano. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.