reggio
cronaca

In sala parto la proposta di nozze del sindaco alla neo mamma

Vescovi stupisce la compagna e le ostetriche con l’anello. Il piccolo Alessandro era appena venuto alla luce


25 febbraio 2021 Elisa Pederzoli


VEZZANO. Quella di martedì è stata davvero una giornata speciale per il sindaco di Vezzano, Stefano Vescovi, e la compagna Francesca Casoni. Prima di tutto perché alle 11.56 è nato il loro piccolo Alessandro.

Ma è proprio qui, nella sala parto dell’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia dove è avvenuto il lieto evento, che il primo cittadino ha stupito tutti: con il neonato stretto tra le braccia della neo mamma, ha tirato fuori la scatolina azzurra con l’anello e ha fatto alla sua Francesca la fatidica proposta di matrimonio.

Un colpo di scena di quelli che arrivano dritti al cuore. Delle ostetriche che si sono trovate a fare da pubblico alla dichiarazione d’amore, che si sono subito commosse. E naturalmente, di Francesca che in un momento così speciale come è la nascita del primo figlio si è trovata tra le mani l’anello che suggella ancora di più se mai ce ne fosse bisogno l’amore e l’unione con Stefano.

Tra le lacrime ha detto sì, mentre le ostetriche scattavano una foto ricordo del magico momento.

«Avremmo voluto sposarci già l’anno scorso, ma poi il Covid anche a noi ha fatto rinviare tutto» spiega il sindaco. E in mezzo all’emergenza che Vescovi, da primo cittadino, si è trovato a gestire in prima linea da amministratore del suo Comune, è arrivata prima la bella notizia della gravidanza, quindi dopo tanto averlo immaginato Alessandro: è un bel bambino di 3,650 chili con lo sguardo già vispo e deciso.

Ma l’idea di sposarsi a Stefano e Francesca, che è originaria di Tincana di Valestra, non è mai venuta meno, anzi. Ci voleva solo il momento giusto, per la proposta.

E quello è arrivato nel giorno della nascita del loro piccolo. Gioia che si aggiunge alla gioia. E Francesca proprio non se lo aspettava. «La data, no, ovviamente, non è stata ancora fissata, vedremo» confida il sindaco.

Ora, è il momento di pensare al piccolo e a prendere confidenza con il nuovo ruolo di genitori da fare proprio.

«Vorrei ringraziare tutto il reparto, in particolare le ostetriche Cecilia Rotteglia e Alessia Pellicciari: sono state fantastiche» commenta Vescovi.

Che però non perde di vista neanche in questo frangente di essere un amministratore pubblico.

«In reparto mi hanno detto che c’è una vasca per il parto che non funziona. Mi prendo l’impegno di risegnalarlo. Tra un mese, voglio tornare a vedere se il problema è stato risolto» assicura il sindaco di Vezzano che si è appuntato la data del 29 marzo. Intanto, piovono decine e decine di messaggi di congratulazioni ai neo mamma e papà da tutti i concittadini. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.