reggio
cronaca

I vigili del fuoco volontari di Luzzara ora hanno una nuova sede

Taglio del nastro per la caserma del presidio alla presenza delle autorità. Sono 150 gli interventi fatti in un anno. La sindaca: «Questo è un impegno serio»


13 febbraio 2022 Mauro Pinotti


LUZZARA. Festa grande, sabato 12 febbraio, in occasione dei 10 anni di attività e per l’inaugurazione della nuova sede del distaccamento dei vigili del fuoco volontari situato in via Carlo Alberto Dalla Chiesa nella zona industriale. Il Comune di Luzzara ha messo a disposizione il terreno su cui costruire la caserma. Tramite una specifica convenzione anche i Comuni dell’Unione Bassa Reggiana partecipano al funzionamento del distaccamento.

LA CERIMONIA

Alla cerimonia erano presenti la sindaca di Luzzara Elisabetta Sottili, il comandante provinciale dei vigili del fuoco Francesco Martino, il direttore regionale Michele De Vincentis, oltre a varie personalità istituzionali, come il sottosegretario all’Interno, Carlo Sibilia, il capo dipartimento Laura Lega, il capo del corpo nazionale Guido Parisi, con loro anche il prefetto di Reggio Emilia Iolanda Rolli, l’assessore regionale Irene Priolo, il consigliere regionale Andrea Costa e la vicepresidente della Provincia Ilenia Malavasi.

«Vediamola come la ripartenza di cui tutti abbiamo bisogno – ha detto la sindaca Sottili – È un onore e, se vogliamo, anche un onere perché questo progetto è un impegno serio da portare avanti nel quotidiano senza interruzioni. Grazie a chi ci ha permesso di realizzare questo distaccamento. La Regione Emilia Romagna, prima di tutto. Chi si trova a rivestire il ruolo di sindaco può considerarsi fortunato quando, come mercoledì sera dopo la prima scossa di terremoto, può con una semplice telefonata o un messaggio, mettere in moto la cosiddetta macchina, perché dall’altra parte i vigili del fuoco, la Protezione civile, le forze dell’ordine sono già pronte».

IL PRESIDIO

Il comandante provinciale Martino ha ricordato i 400 interventi dei vigili del fuoco volontari durante il terremoto del 2012. «In un anno vengono effettuati circa 150 interventi» ha aggiunto. A preso poi la parola il comandante del corpo nazionale ingegnere Parisi, la capo dipartimento Laura Lega, l’assessore regionale Priolo che ha ricordato la «forza del volontariato» mentre il sottosegretario Sibilia si è complimentato per come l’Emilia-Romagna ha reagito e ricostruito dopo il terremoto di 10 anni fa. «Avete dato una lezione su come e cosa fare in casi di emergenza. In questa giornata da San Lazzaro di Savena, a Luzzara e sono sicuro anche a Fidenza, è come se avessi davanti un orchestra di volontari in cui ognuno fa la sua parte».

Dopo il rinfresco c’è stata la visita all’edificio che ospita la sala operativa, il soggiorno le stanze da letto, la cucina. Mascotte della giornata, Joshua, 3 anni, vestito da pompiere che ha saputo dell’inaugurazione e ha voluto venire con la mamma da Cadelbosco Sopra per vedere da vicino il distaccamento e i mezzi dei vigili del fuoco. Nell’occasione, l’associazione “Amici del Cuore”, ha donato un defibrillatore per mano del presidente Giorgio Benaglia. Si tratta di uno dei tanti che gli “Amici del Cuore” hanno donato, come ultimo atto della loro attività, agli oratori di Guastalla oltre che ad altri enti e Comuni della Bassa.

Mauro Pinotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.