reggio
cronaca

San Polo, sradicano l’inferriata e vuotano il negozio di bici

Colpo a segno al “Madness bikeshop” di Barcaccia: nel bottino 13 mouintan bike I ladri hanno rubato un furgone e con un cavo hanno divelto l’infisso a protezione


25 marzo 2022 Daniela Aliu


SAN POLO. I ladri tornano a colpire il negozio di biciclette “Madness bikeshop” di via Fratelli Cervi, a Barcaccia. L’ultimo colpo risale al mese di giugno dell’anno scorso. Ora, il copione si è ripetuto.

È accaduto nella notte tra mercoledì e ieri, intorno alle 3. I malviventi, anche questa volta, per mettere a segno il furto si sono serviti di un furgone cassonato, rubato poco prima e che risulta essere di proprietà del Comune di Bibbiano. Con questo sono arrivati sul posto e hanno letteralmente sradicato l’inferriata principale del locale, usando un cavo attaccato al furgone.

Nonostante il robusto sistema di inferriate, installato proprio per cercare di proteggere il punto vendita dagli assalti, i malviventi di turno sono riusciti ad aprirsi un varco. Il colpo si è consumato nel giro di pochi minuti e ha permesso ai ladri di caricare ben 13 biciclette nuove e naturalmente molto costose tra mountain bike Mtb e mountain bike elettriche, del valore ciascuna che va 2.500 ai 7.500 euro.

Il raid furtivo è stato ripreso dalle telecamere del negozio e dalle registrazioni risultano quattro le persone in azione.

Non c’è pace, per il negozio di biciclette di Barcaccia, che ha subito un altro furto la notte del 10 giugno 2021. Anche in quella occasione, i ladri erano entrati in azione poco dopo le due, avevano sfondato l’inferriata e la vetrata, riuscendo a entrare nei locali per poi rubare sei costose mountain bike, di marca Santa Cruz e Focus, provocando danni per alcune decine di migliaia di euro.

Mercoledì notte l’allarme si è attivato e nel giro di pochi minuti sono arrivati sul posto i carabinieri della stazione di San Polo. Dei ladri, però, non c’era giù più alcuna traccia. Si erano rapidamente dileguati, probabilmente percorrendo le strade che sono più defilate, del paese.

Sul posto è subito arrivato anche il titolare del negozio, molto amareggiato per l’accaduto: oltre al bottino, infatti, ci sono molti danni alle strutture da affrontare. Non gli è restato altro da fare che sporgere denuncia.

Sulla vicenda i carabinieri della stazione di San Polo hanno avviato le indagini per cercare di dare un volto e un nome ai malviventi. Ai militari potrebbero essere d’aiuto le immagini registrate dalle telecamere interne al locale e quelle poste lungo la via principale.

Daniela Aliu

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.