reggio
cronaca

Reggio Emilia, in arrivo ordinanze anti-alcol per combattere il degrado in via Roma

Il comitato è soddisfatto dopo aver consegnato l'esposto e la petizione al sindaco: "Ora però si agisca in fretta"


24 aprile 2022 Ambra Prati


REGGIO EMILIA. Per combattere il degrado verrà istituito un tavolo permanente, al quale parteciperanno i residenti, mentre il Comune emanerà una serie di ordinanze per combattere la vendita e il consumo di alcol.

È questo l’esito di un incontro, avvenuto venerdì scorso in municipio, tra il comitato di via Roma e la giunta.

Gli annosi problemi di ordine pubblico di via Roma si erano acutizzati l’8 aprile scorso, quando era scoppiato un diverbio tra due donne – pare ubriache fin dal mattino – che stazionavano all’angolo tra via Filippo Re e via Roma: dalle urla le due erano subito passate alle mani, con la protagonista (poi denunciata per lesioni personali aggravate) che aveva dato una testata e lanciato una bottiglia all’antagonista, inseguita sanguinante fino alla piazzetta del Popol Giost.

L’episodio è stato l’ultimo di una lunga serie, tanto che il comitato di via Roma ha raccolto tremila firme depositando la petizione e un esposto in Procura, con l’obiettivo di consegnarlo di persona alle singole autorità.

Venerdì scorso, nella sala Rossa del Comune, il comitato ha avuto il primo incontro con la pubblica amministrazione: hanno partecipato il sindaco Luca Vecchi, gli assessori Nicola Tria e Carlotta Bonvicini, il comandante della polizia locale Stefano Poma e il comitato di quartiere di via Roma, rappresentato da quattro residenti e due commercianti.

«Due ore di confronto che possiamo definire costruttive, non esenti da accese discussioni sulle motivazioni che hanno portato al degrado in quartiere – ha riferito Alessandro Vassallo del comitato –. Abbiamo incentrato il discorso sulle questioni che riguardano l’ordine pubblico e il degrado, concentrandoci sugli aspetti che in qualche modo debbono e possono essere risolti in tempi brevi portando ad alleggerire la grave situazione che attanaglia il quartiere».

Secondo Vassallo «è stato definito un primo percorso con tre impegni presi dal Comune, che dovrebbero già vedere la luce nella prossima settimana. Primo: il sindaco convocherà un tavolo emergenziale con questura, prefettura, Provincia e comitato per stabilire in modo co-partecipato e progettuale le modalità per affrontare il problema sicurezza. Secondo: il sindaco studierà manovre di urgenza ed emetterà una serie di ordinanze relative allea vendita e al consumo di alcol. Terzo: il sindaco darà inizio del processo di sistemazione della panchina dello Scaruffi (il muretto luogo di bivacco, ndr) e dell’illuminazione su via Filippo Re, in accordo con la Provincia».

Il comitato si è dichiarato «parzialmente soddisfatto di questo primo incontro. Sono state evidenziate difficoltà burocratiche e organizzative, ma è stato chiaro che solo tramite la volontà e il lavoro coeso di tutte le forze in campo si potrà arrivare a qualcosa di positivo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.