reggio
cronaca

Reggio Emilia, al Mapei Stadium è trionfo Milan: 19esimo scudetto

I rossoneri si impongono per tre a zero sul Sassuolo (bis di Giroud e Kessie). Alla fine, invasione di campo per festeggiare


22 maggio 2022


Reggio Emilia Il Milan è campione d'Italia, esplode la festa a Reggio Emilia. Invasione di campo e momenti di tensione con le forze dell'ordine durante la sfida vinta sul Sassuolo (0-3) con doppietta di Giroud e centro di Kessie.

Ore 20.10. Tanta fatica a contenere la gioia rossonera. Si attende la liberazione del campo per la consegna del titolo.

Ore 19.55. Satalino subentra a Consigli e salva su Leao. Due minuti di recupero.

Ore 19.51. Palo per il Sassuolo con Traoré! Tre minuti più recupero alla fine dell'incontro.

Ore 19.48. Una decina di minuti al fischio finale. I tifosi rossoneri in fermento.

Ore 19.45. Milan ancora in rete: Ibrahimovic. Tutto fermo però per un fuorigioco di Leao. Si resta sullo 0-3.

Ore 19.40 Scavalcamenti multipli al Mapei Stadium. I tifosi quasi in campo.

Ore 19.35. Torna a salire la tensione a Reggio Emilia: 250 tifosi cercano di sfondare sul lato nord  dello stadio. In campo tante sostituzioni e poche nuove emozioni.

Ore 19.27. Nuovo centro a San Siro: ancora Correa: Inter-Sampdoria 3-0!

Ore 19.15. L'Inter si scatena a San Siro: Perisic e Correa firmano il doppio vantaggio sulla Sampdoria. Poco cambia sulla classifica: i rossoneri sono a un passo dal titolo con il triplo vantaggio a Reggio Emilia sul Sassuolo.

Ore 19.05. Si riparte con due cambi: nel Milan fuori Tonali e dentro Bennacer. Magnanelli rileva Lopez per l'ultima gara nel Sassuolo e in carriera.

Ore 18.48. Nuova occasione per il Milan, Saelemaekers tira alto. Finisce il primo tempo: Sassuolo-Milan 0-3.

Ore 18.47. Doppia occasione per il Sassuolo con Frattesi e Berardi, la difesa rossonera si salva.

Ore 18.45. Consigli evita il poker su Giroud prima e Leao poi. Milan in totale controllo.

Ore 18.38. Kessie serve il tris. Rossoneri padroni del campo e straripanti in attacco. L'ivoriano cala il tris, neroverdi alle corde. Sassuolo-Milan 0-3!

Ore 18.33. Raddoppia il Milan: ancora Giroud. Leao ruba palla e serve il francese, che realizza a pochi passi da Consigli. Sassuolo-Milan 0-2!

Ore 18.31. Troppo caldo in campo: l'arbitro Doveri concede un "cooling break" per far rifiatare le squadre.

Ore 18.29. Milan due volte pericoloso con Theo Hernandez: ancora strepitoso Consigli.

Ore 18.22. Gol del Milan: Giroud! Il francese finalizza di sinistro un pregevole assist di Leao: Sassuolo-Milan 0-1!

Ore 18.14. Milan tre volte vicino al vantaggio con Giroud, Leao e Tomori: Consigli e la difesa respingono i pericoli. Al Mapei Stadium il punteggio resta sullo 0-0.

Ore 17.57. Pioli: “Serve entusiasmo” . Stefano Pioli ha parlato a Dazn prima del match: “Ho visto le solite facce. Sappiamo di avere una grande occasione e faremo di tutto per coglierla. Abbiamo fatto tanto per arrivare fino a qui, ora ci manca l’ultimo sforzo. Serve entusiasmo e giocare da Milan. Se siamo arrivati fino a qui è perché abbiamo le idee chiare e deve essere così anche oggi”.

Ore 17.56. L'Inter intanto  è pronta scendere in campo a San Siro contro la Sampdoria: l'obiettivo degli uomini di Simone Inzaghi (che sceglie Correa accanto a Lautaro Martinez in attacco dal 1', rilanciando anche Dumfries tra i titolari) è battere i doriani, ma per conquistare lo scudetto serve una contemporanea sconfitta dei rossoneri
impegni a Reggio Emilia. I nerazzurri ci credono e ci crede anche la tifoseria interista, che riempirà nuovamente San Siro: al Meazza è atteso l'ennesimo soldout, con diversi tifosi che si sono presentati anche con maglie del Sassuolo sugli spalti.

Ore 15.50. Gli agenti rispondono avanzano con gli scudi e con colpi di manganello mentre i tifosi premono sulle transenne. La situazione torna nella normalità nel giro di pochi minuti. Dopo qualche giro di lancette, nuovi tifosi senza biglietto tentano di scavalcare e la polizia deve ancora intervenire.

Fin dal primo pomeriggio i tifosi rossoneri si sono assiepati in piazzale Atleti Azzurri d’Italia, lungo la corsia che conduce ai cancelli dello stadio, per accogliere in modo trionfale il pullman della squadra di mister Pioli. I primi ad arrivare sono stati verso le 16.20 i neroverdi, che sono passati rapidamente in mezzo a due ali di folla, che per un attimo hanno abbandonato i cori contro l’Inter per fischiare un po’ i padroni di casa.

Fischi di paura, direbbe qualcuno, per rompere la tensione, perché il Sassuolo non è certo un’avversaria storica del Milan, sebbene l’abbia fatta penare spesso. Poi il tripudio. Pochi minuti dopo le sirene hanno annunciato l’arrivo del pullman del Milan.

Appena il mezzo è stato intravisto, tra via Taddei e la rotonda del Pigal, si sono accesi i fumogeni e le forze dell’ordine hanno faticato non poco per contenere l’entusiasmo dei tifosi. Alcuni supporter si sono piazzati con le bandiere in mezzo alla strada e hanno scortato il pullman verso i cancelli: per percorrere poche centinaia di metri ci sono voluti alcuni minuti. I vetri oscurati non hanno consentito a chi era a bordo strada di vedere i giocatori, ma Ibra e compagni hanno visto e sentito benissimo il calore dei loro sostenitori.

Un entusiasmo straripante, da parte di un pubblico che da 11 anni non vede la sua squadra vincere uno scudetto.

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.