reggio
cronaca

Carlo Ancelotti a cena a Novellara assieme ai famigliari e agli amici

Jeris Folloni, fondatore del ristorante, porta una foto dei due scattata 30 anni fa


22 giugno 2022 Alessandro Cagossi


Novellara Poco meno di un mese fa Carlo Ancelotti era salito sul tetto del mondo calcistico vincendo la sua quarta Champions League da allenatore del Real Madrid. Martedì sera l’allenatore reggiolese si è concesso una cena tipicamente reggiana al ristorante “La Pinta” di San Bernardino di Novellara, assieme alla sorella Angela e al marito Franco, che abitano a Novi di Modena, e al cugino Artemio Santini, di San Rocco di Guastalla.

Una cena a base di pesce gatto fritto, “psola”, e poi polenta e pancetta ai ferri. Il tutto innaffiato dal Lambrusco. «Ancelotti ci ha detto che erano 50 anni che non mangiava il pesce gatto. Nonostante fosse il nostro giorno di chiusura, abbiamo preparato una cena che abbiamo condiviso tutti assieme. È una persona simpatica, alla mano, cordiale. Ci ha regalato la maglia del Real Madrid con le sue iniziali, che abbiamo subito appeso alle pareti del locale», commenta Alessia Folloni, contitolare del ristorante assieme alla sorella. Presente anche Jeris Folloni, fondatore del locale e padre delle attuali contitolari, che si è fatto fotografare con Ancelotti con in mano una foto scattata 30 anni fa, quando l’allora giocatore del Milan aveva fatto tappa al suo ristorante, assieme ad alcuni parenti. Le foto pubblicate sul profilo Facebook del ristorante sono diventate subito virali e nel giro di poche ore hanno fatto il giro della Bassa, suscitando commenti di orgoglio, plauso e ammirazione nei confronti di un personaggio di calibro mondiale nato e cresciuto a Reggiolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.