Gazzetta di Reggio

Reggio

Dal Bando ministeriale

Un Bonus Taxi per non mettersi alla guida dopo aver bevuto

Un Bonus Taxi per non mettersi alla guida dopo aver bevuto

Reggio Emilia: sarà disponibile sabato e domenica dalle 22 alle 5 del mattino per chi ha dai 18 ai 40 anni

08 febbraio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Reggio Emilia Nell’ambito del progetto “Guida, bevi, perdi” promosso dal Comune di Reggio, finalizzato a migliorare la sicurezza stradale e a sensibilizzare gli automobilisti in particolare quelli più giovani a una guida in condizioni sicure per sé e per gli altri, fino al 31 dicembre in città sarà attivato il Bonus Taxi. Il budget assegnato a Reggio, tramite bando ministeriale, è di circa 10.000 euro che sono stati spesi in parte per sviluppare la piattaforma digitale e in parte per coprire i costi dei bonus taxi. Ogni singolo bonus ha un valore di 7 euro che potrà essere utilizzato da ciascun cittadino tra i 18 e i 40 anni per un massimo di cinque volte sui taxi del Consorzio taxisti Reggiani.

Il servizio, che costituisce un incentivo all’utilizzo del taxi quale mezzo alternativo all’auto in particolare qualora il conducente sia affaticato o abbia assunto bevande alcoliche superiori a quelle consentite per mettersi alla guida, sarà disponibile il venerdì e il sabato dalle 22 alle 5 del giorno successivo.

Il Bonus Taxi verrà gestito attraverso la app Roger, una piattaforma messa a disposizione da Tper - Trasporto passeggeri Emilia-Romagna.

«Responsabilità e prudenza. Sono le prime due parole che mi vengono in mente, nel proporre questa nuova iniziativa, il Bonus Taxi, ai miei concittadini e in particolare a quelli più giovani, che magari stanno in compagnia fino a tarda ora nel fine settimana e ora avranno un piccolo incentivo per non mettersi alla guida – dice l’assessora alla Mobilità, Carlotta Bonvicini –. Sono temi che il progetto “Guida, bevi, perdi” ha portato all’attenzione di tutti in questi anni con formule e iniziative diverse, grazie anche al lavoro della Polizia locale tra i più giovani. Segnalo inoltre l’importante opportunità che questa iniziativa ci ha dato, di digitalizzare il sistema della scontistica sui taxi, che potrà tornare utile anche con altre offerte e che ci permette di eliminare i voucher cartacei».

L’applicazione, impiegata al momento del pagamento della corsa, potrà essere installata sullo smartphone dall’utente, purché esso non sia già titolare di altri bonus per taxi e Ncc. Servirà che l’utente scansioni il Qr-Code del taxi del Consorzio Taxisti Reggiani - il mezzo sarà stato preventivamente inserito nel sistema elettronico - e il sistema verificherà l’esistenza delle condizioni di utilizzo del buono: il giorno e la fascia oraria prestabiliti; l’età dell’utente; la disponibilità di risorsa residua nel buono; non aver utilizzato il buono per più di cinque volte; non avere raggiunto la soglia totale complessiva di accesso al Bonus. Soddisfatte tali condizioni, l’utente potrà vedersi assegnato il buono del valore massimo di 7 euro per pagare il viaggio in taxi. L’eventuale parte eccedente del costo della corsa potrà essere saldata in contanti o con carta di credito. Ogni 24 ore, il sistema riaccrediterà un nuovo buono da 7 euro, fino a un massimo di cinque utilizzi, se non si è ancora raggiunta la soglia totale di utilizzo del budget totale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA