Gazzetta di Reggio

Reggio

Reggio Emilia, tutte le nomine e i trasferimenti annunciati dal vescovo Morandi

Reggio Emilia, tutte le nomine e i trasferimenti annunciati dal vescovo Morandi

Le lettere sono state inviate nella giornata di ieri alle comunità interessate Don Pietro Adani (Familiaris Consortio) sostituisce don Daniele Casini a Pieve

07 luglio 2024
4 MINUTI DI LETTURA





Reggio Emilia Nomine e trasferimenti nella Diocesi di Reggio e Guastalla. Le lettere alle comunità interessate sono state inviate dall’arcivescovo monsignor Giacomo Morandi nella giornata di ieri. Di seguito i nuovi incarichi e i trasferimenti tra le diverse parrocchie della Diocesi.

Don Francesco Avanzi è stato nominato amministratore parrocchiale dell’unità pastorale “Madonna Pellegrina” con le parrocchie di Campagnola, Fabbrico e Cognento conservando la nomina di parroco moderatore dell’unità pastorale “Beata Vergine dello Spino”.

Don Paolo Bizzocchi è stato invece nominato fidei donum (l’espressione indica i presbiteri, i diaconi e i laici diocesani che vengono inviati a realizzare un servizio temporaneo in un territorio di missione dove già esiste una diocesi in Amazzonia): fino ad ora è stato parroco moderatore dell’unità pastorale “Gioia del Vangelo”, comprendente le parrocchie di Campegine, Caprara, Gattatico, Nocetolo, Praticello, Olmo e Taneto.

Don Stefano Torelli, responsabile generale dell’Istituto secolare “Servi della Chiesa”, è stato nominato parroco moderatore dell’unità pastorale “Gioia del Vangelo”, comprendente le parrocchie di Campegine, Caprara, Gattatico, Nocetolo, Praticello, Olmo e Taneto. Fino ad ora era collaboratore pastorale dell’unità pastorale “Beata Vergine della Neve” con le parrocchie di Castellazzo, Gavasseto, Marmirolo, Masone, Roncadella, Sabbione, Villa Bagno, Corticella, San Donnino di Liguria.

Don Luigi Rossi viene nominato collaboratore pastorale dell’unità pastorale “Arceto” comprendente le parrocchie di Arceto e Cacciola e “Pieve di Scandiano” che comprende le parrocchie di Natività Beata Vergine Maria, Santa Teresa, Chiozza, Pratissolo, Fellegara, Iano e San Ruffino. Attualmente è parroco moderatore dell’unità pastorale “Maria Regina della Pace”, comprendente le parrocchie di Casalgrande San Bartolomeo, Casalgrande Madonna del Lavoro, Salvaterra e Dinazzano.

Don Carlo Castellini sarà parroco moderatore dell’unità pastorale “Maria Regina della Pace”, comprendente le parrocchie di San Bartolomeo di Casalgrande, Madonna del Lavoro di Casalgrande, Salvaterra, Dinazzano. Fino ad ora era parroco moderatore dell’unità pastorale “Beata Vergine del Carrobbio”, con le parrocchie di Casina, Paullo, Cortogno, Leguigno, Migliara e Giandeto.

Il neo presbitero Don Claudio Boretti è stato nominato collaboratore pastorale dell’unità pastorale “Maria Regina della Pace”, comprendente le parrocchie di Casalgrande San Bartolomeo, Casalgrande Madonna del Lavoro, Salvaterra e Dinazzano.

Don Marcello Mantellini è stato nominato parroco moderatore dell’unità pastorale “Beata Vergine del Carrobbio”, comprendente le parrocchie di Casina, Paullo, Cortogno, Leguigno, Migliara e Giandeto. Fino ad ora era vicario parrocchiale dell’unità pastorale “Beata Vergine dell’Olmo” di Montecchio.

Don Daniele Casini sarà collaboratore pastorale dell’unità pastorale “Beata Vergine dell’Olmo”, comprendente le parrocchie di Montecchio ed Aiola. Fino ad ora è stato parroco moderatore dell’unità pastorale “Santa Teresa di Calcutta”, con le parrocchie di Pieve Modolena, San Pio X, Roncocesi, Cavazzoli.

Don Pietro Adani, responsabile generale della Comunità sacerdotale “Familiaris Consortio”, sarà parroco moderatore dell’unità pastorale “Santa Teresa di Calcutta” (parrocchie di Pieve Modolena, San Pio X, Roncocesi, Cavazzoli).

Don Sergio Billi, sempre della “Familiaris Consortio”, sarà collaboratore pastorale della stessa unità pastorale “Santa Teresa di Calcutta”. Ad oggi è vicario parrocchiale nelle parrocchie di Montorio Veronese e direttore del Centro Pastorale Familiare nella Diocesi di Verona. Don Sergio Billi risiederà insieme a don Pietro Paterlini e a don Benedetto Usai nella sede della “Familiaris Consortio” a Borzano di Albinea.

Fa parte della “Familiaris Consortio” anche Don Andrea Pattuelli, cancelliere vescovile, che è stato nominato collaboratore pastorale dell’unità pastorale “Santa Teresa di Calcutta”. Dino a oggi è stato aiuto festivo dell’unità pastorale “Santa Maria degli Angeli” con le parrocchie di Regina Pacis, Spirito Santo, Roncina, Codemondo, San Bartolomeo.

Don Alessandro Zaniboni è stato confermato nel suo incarico come vicerettore del Seminario vescovile urbano, docente dello Studio Teologico Interdiocesano e collaboratore del Servizio di Pastorale giovanile.

Padre Prandriamikajy Jeannot Germain Arthur sarà collaboratore pastorale dell’unità pastorale “Beata Vergine della Neve” con le parrocchie di Castellazzo, Gavasseto, Marmirolo, Masone, Roncadella, Sabbione, Villa Bagno, Corticella, San Donnino di Liguria, ad ora è celebrante e confessore nella unità pastorale “Santa Teresa di Calcutta” con le parrocchie di Pieve Modolena, San Pio X, Roncocesi, Cavazzoli.

Don Andrea Volta, della Comunità sacerdotale “Familiaris Consortio”, è stato invece nominato parroco della parrocchia San Lazzaro e San Vincenzo dè Paoli nella diocesi di Piacenza. Fino ad ora era vice parroco dell’unità pastorale “Sacra Famiglia” comprendente le parrocchie di San Gaetano Albinea, Pieve di Albinea, Montericco, Borzano.

Don Emanuele Sica, della Comunità sacerdotale “Familiaris Consortio”, segretario particolare dell’Arcivescovo, è stato nominato collaboratore pastorale dell’unità pastorale “Sacra Famiglia” comprendente le parrocchie di San Gaetano Albinea, Pieve di Albinea, Montericco, Borzano. Fino ad ora era vicario parrocchiale dell’unità pastorale “San Giovanni Paolo II” con le parrocchie di San Francesco da Paola, Sant’Alberto, San Maurizio.

Quanto a Sun Genrong Don Pietro della Comunità sacerdotale “Familiaris Consortio” è stato nominato collaboratore pastorale dell’unità pastorale “San Giovanni Paolo II” con le parrocchie di San Francesco da Paola, Sant’Alberto, San Maurizio.Continua in ogni caso a rivestire il ruolo di cappellano della comunità cattolica cinese. l

© RIPRODUZIONE RISERVATA