sport

Giudici: «Servono nuove figure che portino energie e idee innovative»


07 marzo 2021 R.B.


il candidato/2

Davide Giudici ha deciso di candidarsi alla presidenza della Fip reggiana.

Nell’ambiente da anni, protagonista in campo come play di diversi club reggiani, ora vuole mettere le sue capacità al servizio della Fip.

«Ho raccolto l’invito di tante società poco convinte, dopo dodici anni con le stesse persone all’interno del Comitato Provinciale, che un semplice scambio di ruoli tra gli attuali presidente e vice presidente sia la soluzione ottimale per rilanciare il nostro movimento in questo momento di difficoltà. Poter scegliere tra due candidati piuttosto che sull’ennesimo voto obbligato la considero già una grande vittoria. Sicuramente si avverte la necessità di nuove figure che portino energia, idee nuove, entusiasmo» spiega.

Quali sono le priorità su cui vorrebbe intervenire?

«Se è vero che l’autonomia del Comitato Provinciale è limitata, perché quasi tutte le decisioni vengono ormai prese a Roma o Bologna, è altrettanto vero che le società hanno diritto di essere supportate da chi le rappresenta sul territorio. La presenza del Comitato sui campi da gioco è il primo passo per riavvicinare la Fip ai club. Serve un confronto serio e costruttivo sul tema del Minibasket, perché chi opera sul campo solleva dubbi più che legittimi che vanno ascoltati e riportati nelle sedi opportune. Inoltre vanno intensificati gli incontri formativi dedicati agli allenatori, perché dal loro livello di preparazione passa buona parte del futuro. Infine la comunicazione: la Fip Provinciale può fungere da cassa di risonanza per mettere in risalto il grande lavoro delle società e dare lustro al movimento».

Chi vorrebbe con lei in consiglio?

«Alessandro Paladini, per tanti anni coach delle giovanili biancorosse e attualmente dirigente a Castellarano. Sarà il punto di riferimento per le società della zona montagna/collina. Alessandra Palma, ex-giocatrice e ora dirigente a Puianello, rappresenterà il movimento femminile. Simone Cilloni, coach del Basket 2000, avrà il compito di rappresentare le società cittadine. Dalla “bassa” ci sono tre profili diversi tra loro ma tutti di altissimo profilo: Davide Montanari di Correggio, Paolo Foroni di Campagnola e Andrea Zarantonello di Novellara. Lo statuto prevede l’elezione di quattro consiglieri ma mi piacerebbe estendere l’invito a partecipare alle riunioni a tutti coloro che abbiano voglia di portare idee ed entusiasmo». —

R.B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.