sport

Il tatuatore preferito dai granata: «Per la schiena di Voltolini 15 ore»

Domenico Ferone, titolare della Seventh Ink Tattoo, ha inciso Rossi e Rosafio: «Motivo di orgoglio»


10 marzo 2022 Ambra Prati


REGGIO EMILIA. Da Secondigliano a tatuatore (quasi) ufficiale della Reggiana. In questi giorni fa facendo il giro del web la schiena e su un braccio, raffigurante un giaguaro simbolo di potenza, del portiere Matteo Voltolini. Il mega tatuaggio è opera di Domenico Ferone, 36 anni, titolare della Seventh Ink Tattoo di Largo Canaletto 5, a Pieve Modolena, uno studio specializzato in piercing, trucco permanente e tatuaggi personalizzati che è diventato un punto di riferimento per gli amanti di quest’arte dell’incisione.

«Il giaguaro di Voltolini è stato eseguito in tempi record: un solo giorno – spiega Ferone – Ci sono riuscito in quindici ore non-stop, dalla mattina alla sera, fermandoci due volte solo per un panino. Voltolini è alto 1.95 e la sua schiena è una “tela” bella ampia». Pare che il portiere abbia sopportato con pazienza le ore di immobilità. «È stato super bravo; nonostante la schiena sia una parte del corpo dolorosa, perché piena di muscoli, non ha chiesto nemmeno l’anestetico».

Il tatuaggio non è rimasto inosservato negli spogliatoi della Reggiana e hanno seguito a ruota l’esempio del portiere il centrocampista Fausto Rossi (che ha voluto il volto del figlio neonato sulla spalla sinistra) e il difensore Marco Rosafio, che ha richiesto sempre sulla spalla un disegno di lupi, una sorta di stemma familiare. Tutti i calciatori hanno donato all’esecutore la maglietta della squadra granata. «Voltolini mi ha portato fortuna. È un motivo di orgoglio l’apprezzamento dimostrato dalla Regia nei miei confronti», commenta Ferone, anche se non è una novità per lui, che in passato ha avuto come clienti calciatori del Parma e pure dell’Inter.

«Sono originario di Napoli, vengo da un quartiere difficile come Secondigliano. La mia famiglia si è trasferita a Reggio nel 1996 e per me è la mia casa. Qui ho trovato la strada giusta e non posso che ringraziare questa città».

Il 36enne all’inizio si dedicava a tutti gli stili, poi negli anni si è specializzato nel tatuaggio realistico in black & grey, cioè in bianco e nero. «Soprattutto ritratti e animali. Ho partecipato a tante Tattoo Convention in giro per l’Italia e ho vinto diversi contest, per soddisfazione personale. Nel 2013 ho partecipato al World Guinness Record a Soliera di Modena e i 16mila euro vinti li ho devoluti in beneficenza ai terremotati dell’Emilia», racconta accanto alla parete tappezzata dalle incisioni premiate.

Dopo i due anni difficili del Covid (durante il forzato stop Ferone si è dedicato «a dipingere quadri, è la mia seconda passione») la Seventh Ink Tatoo sta vivendo un periodo d’oro. «Oltre ad essere diventato un punto di riferimento per il tatuaggio realistico, con clienti che arrivano appositamente a Reggio da Milano e da Roma, ora finalmente posso ricominciare a viaggiare per lavoro. A breve andrò in Germania, mentre quest’estate andrò a tatuare a New York ospitato da un noto studio: sarà un soggiorno di lavoro e spero anche di vacanza».

Alla domanda com’è cambiato il mercato dei tatuaggi Ferone spiega: «È cambiato molto. Più nonchalance e meno gradualità è l’effetto della tattoo mania degli ultimi anni. Un tempo lavoravo con gli appassionati adulti, che partivano da piccole incisioni per arrivare a opere più evolute. Oggi capita che si presentino dei ragazzini mai tatuati che partono con un’intera parte del corpo; il che significa che i genitori non si oppongono e che sono disposti a pagare incisioni costose». A proposito: quanto ha speso Voltolini? «Diciamo che a lui ho fatto un prezzo di favore».

Desiderio nel cassetto? «Cerco sempre di espandere la mia internazionalità. Il mio sogno è che la mia firma (Dom_Tattoer o Dom) sia riconosciuta a livello mondiale. Con l’impegno e la fatica voglio centrare l’obiettivo».



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.