sport

Ortona non passa al Pala Bursi e la Conad può tornare a sorridere

Primo set in salita poi i giallorossi hanno reagito mettendosi in tasca l’intera posta in palio. Domenica si va a Cantù


13 marzo 2022 Francesca Manini


REGGIO EMILIA. Con la vittoria per 3-0 sulla Sieco Service Ortona è tornato il sereno in casa Conad Volley Tricolore, salita a quota 38 punti in classifica sostenuta dal pubblico amico del pala Bursi.

Dopo lo 0-3 subìto domenica scorsa a Cuneo, per i guerrieri di Mastrangelo era fondamentale tornare subito ad alti livelli, arginando i sogni di gloria della penultima della classe che rimane a 21 punti in zona retrocessione.

Non che sia stato tutto facile, nel primo set in particolare la Conad era scivolata a -4 e nel terzo si è lottato fino ai vantaggi, ma l’attesa reazione di gruppo c’è stata ed è stata vincente.

Assenti Scopelliti e Suraci, nemmeno messi a referto, l’A2 reggiana è scesa in campo con Garnica al palleggio, Cantagalli opposto, Held e Cominetti in banda, con Mian in ingresso sui finali di set per potenziare la battuta, Sesto e Zamagni al centro e Morgese libero.

Gli errori non sono mancati, non è stata certo la miglior partita dei giallorossi, ma l’obiettivo è stato centrato.

Nel primo set le ricezioni e le difese imprecise con conseguenti alzate di fortuna hanno condannato la Conad a faticare, con il coach Mastrangelo costretto a chiamare tempo sull’8-12, dopo l’ace dell’ex De Paola (all’Edilesse nella stagione 2009-2010), e di nuovo sul 14-17. La parità è arrivata sul 18-18 firmato da Held, il migliore del set in attacco insieme a Cantagalli, con 6 punti a testa: da lì il felice turno di battuta di Garnica e la grinta di Sesto a muro e in attacco, autore di punti 23-20 e 24-21, hanno lanciato avanti la Conad.

Nel secondo set Ortona ha messo in panchina l’altro ex della gara, l’opposto Santangelo, ed è riuscita a mantenere la gara in parità fino al 7-7, poi i reggiani hanno preso il largo. Dopo la bordata del 10-7 è arrivato il tempo del coach Lanci, a cui ha risposto Held con la pipe dell’11-7. Cominetti e Sesto scatenati: se sul 15-10 il primo fa mani-out, sul 18-14 il secondo mura, sul 19-15 Cominetti è protagonista in pipe e sul 20-15 Sesto è di nuovo perentorio a muro. Intanto Morgese ha difeso l’impossibile, ma non è bastato a sventare il riavvicinamento di Ortona e Mastrangelo corre ai ripari con il tempo del 21-20. L’alzata di testa di Ortona è domata dalla diagonale del 24-21 di Cominetti e dalla veloce finale di Zamagni.

Nel terzo set Ortona ci riprova e il video-check del 6-8 le dà ragione, la palla avversaria è in, per vincere serve più convinzione. Sull’8-9 dentro Marretta per Cominetti, ma a tenere il gioco vivo è Held, a segno anche in pipe sul 14-13. Il tempo di Lanci è arrivato sul 16-14, quello di Mastrangelo sul 18-17 e ancora sul 23-24. Per chiudere è servito il miglior Held, con tre punti consecutivi.

Ora all’appello della regular season mancano tre gare soltanto: domenica 20 marzo alle 19 la Conad sarà a Cantù per poi tornare al Bursi domenica 27 marzo contro Santa Croce e chiudere domenica 3 aprile a Bergamo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.