sport

La Unahotels si inginocchia all'AX Milano

Justin Johnson in azione in Gara 2

Senza storia Gara 2 dei quarti di finale playoff: al Forum finisce 91-65


17 maggio 2022 Linda Pigozzi


REGGIO EMILIA.  Si risolve in un lungo monologo milanese Gara 2 al Forum. Non fosse per la buona volontà che s’è letta negli occhi dei biancorossi, si potrebbe mandare in archivio il match della Unahotels con un cinico “Mai in partita”.
L’AX tira a percentuali pazzesce, difende come un’ossessa, togliendo pure l’ossigeno a Cinciarini. sovrasta i biancorossi a rimbalzo e tanti saluti.
Mandata in archivio anche la seconda gara dei quarti di finale, se ne riparlerà domani sera all’Unipol Arena dove Cinciarini e soci dovranno fare di tutto e di più per portare la serie a Gara 4.
Ci si riuscisse si giocherebbe ancora a Casalecchio, sabato sera.
Dopo un errore per parte è Rodriguez a rompere il ghiaccio in attacco. La Unahotels resta in scia solo per un paio di minuti. Più attenta in difesa rispetto a Gara 1, l’AX a forza di spallate al 4’ veleggia serena sul +10 (15-5). L’imponente opera contenitiva su Cinciarini rende complicate le manovre offensive reggiane. La Unahotels non aggiusta le percentuali dall’arco (1/9) e al primo gong è già caduta a -13 (27-14).
Reggio alza il livello della difesa e Milano resta a bocca asciutta per quasi 3’ ma Reggio non ne sa approfittare. Attorno alla metà del secondo periodo il nuovo allungo meneghino che vale il meritato +18 firmato che Grant firma con relativa facilità al 14’.
Milano gioca ai limiti della perferzione sui due lati del campo e Reggio precipita al -21. Gli acuti di Baldi Rossi non fermano la truppa di Messina, capace di produrre un 59% da tre. Alla pausa lunga, l’AX ne ha già messi 57 contro i 32 dei reggiani.
L’implacabile Datome dice +28 dopo 2’ dall’inizio della ripresa. Arriva pure il +30 (68-38 alla metà esatta del quarto) sul contropiede vincente di Hines.
Memore della remuntada reggiana in Gara 1, Messina impone ai suoi di non mollare nulla. L’AX tocca il massimo vantaggio di 33 punti con lo schiaccione di Biligha che chiude il terzo periodo.
Il calo fisiologico dei padroni di casa consente ai biancorossi di Caja di ridurre un minimo il gap sino al -26 con cui scorrono i titoli di coda.

IL TABELLINO

AX ARMANI EXCHANGE MILANO – UNAHOTELS REGGIO EMILIA 91 – 65

ARMANI AX EXCHANGE MILANO: Grant 6, Rodriguez 14, Erba 2, Ricci 8, Biligha 4, Hall 4, Baldasso 8, Shields 9, Alviti 6, Hines 5, Bentil 9, Datome 16. Allenatore Messina

UNAHOTELS REGGIO EMILIA: Thompson 15, Hopkins 9, Baldi Rossi 6, Strautins 7, Crawford 6, Colombo, Soliani, Cinciarini 19, Johnson 3, Larson. Allenatore Caja

ARBITRI: Sahin, Baldini, Galasso

NOTE: parziali 27 – 14, 57 – 32, 78 – 45.

Tiri da 2 punti Milano 20/31, Reggio Emilia 13/31; tiri da 3 punti Milano 13/30, Reggio Emilia 8/25; tiri liberi Milano 12/16, Reggio Emilia 15/21; rimbalzi Milano 35 (6 offensivi), Reggio Emilia 31 (7 offensivi); assist Milano 23, Reggio Emilia 13; palle recuperate Milano 8, Reggio Emilia 5; palle perse Milano 6, Reggio Emilia 11.


 

 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.