sport

La Unahotels stravolge il gruppo americano

Divorzio da Crawford e Johnson


21 giugno 2022 Linda Pigozzi


Reggio Emilia Si scioglierà nel fine settimana il nodo relativo agli americani Crawford, Johnson e Thompson.

A ieri la sensazione era che il club fosse orientato a esercitare l’opzione d’uscita prevista dai contratti con tutti e tre i giocatori. La deadline, come noto, sarà il 30 giugno. Da quanto rimbalza, però, la società non sarebbe intenzionata ad attendere l’ultimissimo giorno per annunciare i divorzi. Se era ormai già sicura da giorni la separazione da Justin Johnson che non rappresenterebbe il profilo di ala grande che il nuovo allenatore Max Menetti ha in mente, qualche chances in più sembravano averle i due esterni Bryant Crawford e Stevie Thompson.

Con il passare dei giorni, però, anche le loro posizioni si stanno definendo e non da ultimo per motivi economici (la conferma per entrambi implicherebbe un aumento) la società sembra orientata a liberarli per planare su altri lidi.
Dei due qualche possibilità (davvero minima, in realtà) potrebbe averla Thompson ma anche il suo destino parrebbe segnato.

Il ds Filippo Barozzi al momento è principalmente concentrato sul mercato degli italiani. Noto (e non dall’estate 2022) l’interesse per Giordano Bortolani che un anno fa la Treviso Basket dell’allora coach Menetti, “soffiò” alla Pallacanestro Reggiana.

Bortolani è di proprietà di Milano e tutte le valutazioni su un eventuale nuovo prestito saranno prese nei prossimi giorni dal tecnico Ettore Messina, deus ex machina dell’Olimpia. Le possibilità che Bortolani voglia seguire il suo ex allenatore Menetti non sono da sottovalutare e per questo motivo la Pallacanestro Reggiana non molla minimamente la presa.

Con Mikael Hopkins l’accordo è stato raggiunto e non restano che una manciata di giorni per l’ufficialità. Nel roster 2022/23 ci dovrebbe quasi certamente essere anche Arturs Strautins che non solo ha espresso alla società la volontà di vestire ancora la maglia biancorossa ma risulta assolutamente gradito a Menetti.

La stagione più che positiva disputata dall’ala piccola lettone aveva scatenato l’interesse anche di qualche big. Interesse che s’era poi rapidamente raffreddato a causa del sostanzioso buyout previsto dal contratto in essere con la Pallacanestro Reggiana.

Strautins, salvo soprese dell’ultim’ora, farà quindi ancora parte del roster biancorosso andando a completare con il lituano Osvaldas Olisevicius la casella relativa alle ali piccole. Ma c’è un ma. Ed è relativo agli effettivi tempi di recupero dall’intervento chirurgico di pulizia a entrambi i tendini d’Achille cui Olisevicius si è sottoposto la scorsa settimana.

Ancora non c’è certezza sulla data del rientro del giocatore che, indicativamente, potrebbe essere fra tre o quattro mesi. Lo staff reggiano confida di avere il giocatore in forma e in salute per l’inizio del campionato ma della malaugurata eventualità che il rientro dovesse posticipare si sta logicamente tenendo conto in questa fase di mercato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.