tempo-libero

A Reggio Emilia tornano le Giornate della Laicità

In programma fino a domenica all’Arena ex Stalloni. “Libertà (è) responsabilità” il tema conduttore 


07 giugno 2022


Reggio Emilia Si aprono oggi alle 18.30 all’Arena Ex Stalloni di Reggio Emilia, con un concerto dell’Ensamble di fiati dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Peri – Merulo", le Giornate della laicità 2022. 

L’appuntamento – che costituisce un’anteprima del festival del pensiero laico, critico e razionale promosso dall’associazione Iniziativa laica in collaborazione con Arci Reggio Emilia – vedrà protagonisti circa 40 studenti dell’istituto musicale, diretti dal maestro Fabio Codeluppi, impegnati nell'esecuzione di musiche di Aleksandr Porfir'evic Borodin e Paul Dukas. In caso di maltempo, il concerto si sposterà all’interno dell’Auditorium del Peri-Merulo. 

Da domani, invece, prenderà il via il programma degli incontri, che quest’anno verteranno sul tema “Libertà (è) responsabilità”, con la direzione scientifica della filosofa e giornalista Cinzia Sciuto.
Per il secondo anno consecutivo, il festival si svolgerà nella cornice dell’Arena ex Stalloni: saranno cinque giorni di dibattiti e riflessioni a più voci, con la partecipazione di autori e pensatori di fama internazionale. Agli incontri prenderanno parte Tomaso Montanari, Vito Mancuso, Gerard Biard (caporedattore di Charlie Hebdo), Giuliana Sgrena, Francesco Filippi, Moni Ovadia, Simona Maggiorelli, Pancho Pardi, Ilenya Goss, Gilberto Corbellini, Simona Argentieri, Marco Marzano, Federico Tulli, Federica D’Alessio, Raffaele Alberto Ventura, Maria Serena Sapegno, Porpora Marcasciano, Emanuela Marmo, Monica Lanfranco, Giorgia Serughetti, Elisa Palazzi e Sara Segantin.

Ai 12 appuntamenti in programma si aggiungono tre momenti più spettacolari promossi in collaborazione con il Peri-Merulo e il Reggio Film Festival. Si parte oggi con un concerto di anteprima del festival, per proseguire domani con la proiezione dei “Corti e laici” e giovedì con l’esibizione di un quintetto di voci e percussioni tra cui anche due musiciste ucraine giunte a Reggio Emilia grazie al progetto di accoglienza attivato dall’istituto musicale. L’organico eseguirà in anteprima europea una composizione della compositrice, artista e vocalist ucraina Anna Pidgorna.

Il rapporto tra libertà e responsabilità sarà il filo conduttore degli incontri in programma, declinato nei diversi ambiti affrontati: due anni di pandemia hanno mostrato in maniera eclatante i limiti di una idea di libertà come puro arbitrio individuale, mostrando come non ci sia libertà senza responsabilità. Ma lo stesso vale anche al di fuori dell’ambito strettamente sanitario: dall’eutanasia all’identità di genere, dalla blasfemia alla cancel culture, dalla libertà delle donne al fascismo strisciante, il filo rosso che tiene insieme gli incontri di questa edizione è lo stretto rapporto fra libertà individuale e responsabilità collettiva.

Ad aprire le Giornate della laicità sarà l’incontro tra lo storico Francesco Filippi e il rettore dell'Università per Stranieri di Siena, saggista e scrittore Tomaso Montanari sull’antifascismo necessario, a partire dall’assalto alla sede della Cgil avvenuto a Roma lo scorso 9 ottobre. 
Gli incontri saranno condotti da diversi moderatori, tra cui la direttrice di Left Simona Maggiorelli e Cristian Sesena, segretario generale di Cgil Reggio Emilia.

Tutti gli incontri in presenza sono a ingresso libero. I dettagli del programma in via di definizione saranno disponibili sul sito www.giornatedellalaicita.com.

Anche per la tredicesima edizione delle Giornate della laicità, domani alle 21.30 torna l’ormai classico appuntamento con i “Corti e laici”, la selezioni di cortometraggi a tema laico proposti in collaborazione con Reggio Film Festival, un appuntamento caro al pubblico delle Giornate che si rinnova da dieci edizioni.

Le Giornate della laicità 2022 sono realizzate con il contributo del Comune di Reggio Emilia nell’ambito del bando cultura 2022 e della Regione Emilia-Romagna, e la sponsorizzazione di Cgil Reggio Emilia. Sarà possibile interagire con il festival attraverso i social network: Facebook @iniziativa.laica; Twitter @giornatelaicita; Instagram @Iniziativa_laica e Youtube Giornate della laicità. L’hashtag del festival è #Giornatedellalaicita2022. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.