Gazzetta di Reggio

L'arresto dell'operatore di un patronato: i primi indizi dal lavoro dell'Ufficio Immigrazione della Questura di Reggio Emilia

L'arresto dell'operatore di un patronato: i primi indizi dal lavoro dell'Ufficio Immigrazione della Questura di Reggio Emilia






La Questura di Reggio Emilia dopo lo scoppio della guerra in Ucraina aveva gestisto, nel 2022, un significativo numero di richieste di protezione temporanea avanzate da cittadini ucraini – ben 2.183 –, per lo più donne e bambini, fuggiti dalla propria patria. Nell’ambito della trattazione delle pratiche, però, i poliziotti dell’ufficio Immigrazione della questura di Reggio Emilia si sono accorti che, in alcune circostanze, i richiedenti avevano versato, apparentemente senza motivo, del denaro a un impiegato di un patronato cittadino. Di qui le indagini che hanno portato all'arresto dell'operatore di un patronato di Reggio Emilia. 

Altri video di cronaca
La protesta degli agricoltori: "Siamo qui per il futuro della nazione"
Cronaca

La protesta degli agricoltori: "Siamo qui per il futuro della nazione"