video
cronaca
Uccisa e fatta a pezzi dal vicino di casa, un'amica: "Non ci volevamo credere"
"Ci siamo riviste un po' di tempo fa, dopo molto tempo, ma nonostante ciò mi ha raccontato tutto subito di sé, della sua storia e del bambino. Era sempre contenta quando parlava di lui. Abbiamo parlato un po' del lavoro, facendo entrambe le commesse. È sempre stata molto solare. Quando abbiamo appreso la notizia, è stato davvero difficile e molto pesante. Non potevamo credere a ciò che le è successo, non ci sembrava vero. Sapevamo che avesse cambiato lavoro, ma per noi era sempre Carol. Parlava serenamente del suo lavoro". È il ricordo di Carol Maltesi, 26enne uccisa e fatta a pezzi dal vicino di casa, reo confesso, a Rescaldina (Milano), tracciato da una sua amica. La 26enne è stata uccisa da Davide Fontana, 43 anni, che ha confessato, perché non sopportava che la giovane si trasferisse, come invece era sua intenzione, a Verona, dove vive il figlio. Gli amici sono arrivati a Sesto Calende (Varese), per i funerali che si terranno oggi, lunedì 6 giugno. Servizio Di Valentina Rigano

Gli altri video

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.